Mercurago è situato a mezza costa tra Arona ed i paesi della collina (Dormelletto, Oleggio Castello, Paruzzaro, ecc.), ad un’altitudine di 225 metri s.l.m.
Fu libero comune fino al 1924, essendo ora semplice quartiere aronese. I suoi confini vanno dai Tre Ponti ai Lagoni, dal torrente Vevera a metà strada della Statale per Oleggio Castello.
Gli abitanti sono circa 4.000.
Sul territorio sorgono due chiese: quella parrocchiale, dedicata al patrono San Giorgio, e quella intitolata al Cuore Immacolato di Maria (detta familiarmente dei “Tre Ponti”).
La Chiesa di San Giorgio (ubicata su un poggio dal quale domina il lago Maggiore), compare nei documenti per la prima volta nel 1351, vantando un campanile forse ancora più antico. La navata rettangolare, che vi si appoggia, risale al ‘500, mentre la volta è a botte con lunette. Nel 1884-85 la struttura fu ampliata con un corpo ottagonale in facciata, ad opera dell’architetto Ercole Marietti. Le decorazioni interne in stile neorinascimentale, effettuate dalla “Scuola Beato Angelico” su disegno del professor Coccoli, risalgono al 1932. di una certa rilevanza è il dipinto di angelo, risalente al ‘500, collocato su un vano esterno alla sinistra della navata.
La chiesa dei “Tre Ponti”, intitolata al “Cuore Immacolato di Maria”, risale ai primi anni ’70 del secolo scorso, inserita nella struttura della Scuola per l’infanzia parrocchiale “Papa Giovanni XXIII” per volere dell’allora Vescovo di Novara Aldo Del Monte.
Parroco di Mercurago dal 2010 é don Paolo Bellussi (nato a Verona nel 1969), già presente dall’ottobre 2000 come coadiutore del compianto don Dino Airoldi.

chiesam chiesa3p_new